News

IL SETTORE AGRICOLO ALLA CONQUISTA DELL'E-COMMERCE

Previste agevolazioni collegate agli investimenti nell’ambito del commercio elettronico.


 

 

La circolare attuativa del Ministero delle Politiche agricole ai fini della praticabilità di quanto previsto dall’art 4, comma 1, del decreto ministeriale 13 gennaio 2015 n° 273 (nell’ambito di quanto stabilito dal decreto ‘Campolibero’), definisce le modalità di presentazione delle domande ai fini dell’accesso alle agevolazioni connesse alle spese sostenute per l'ampliamento di infrastrutture informatiche esclusivamente finalizzate all’avvio e allo sviluppo del commercio elettronico

Leggi tutto

È finita l’epoca della Csr? Nuovo paradigma per la Responsabilità Sociale d’impresa

 “Il capitalismo è sotto assedio” scriveva nel 2010 Michael Porter, docente universitario di strategie e management e consulente di numerose corporation e multinazionali.

Il rapporto tra impresa e società, così come è impostato oggi, rischia di fallire” afferma McKinsey in un articolo del 2013 pubblicato sul blog della società di consulenza omonima, probabilmente la più grande al mondo (il report in questione lo si può leggere in lingua originale a questo link).

Leggi tutto

Tax credit ristrutturazione alberghi 2014 - dal 15 settembre al via la procedura

Il Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo ha reso note, in un’apposita Guida, le modalità telematiche e i termini di presentazione delle istanze per accedere al credito d’imposta per la riqualificazione delle strutture ricettive turistico-alberghiere, introdotto dall’art. 10 del DL 83/2014 e disciplinato dal DM 7 maggio 2015. Si ricorda che l’agevolazione è riconosciuta alle imprese alberghiere esistenti al 1° gennaio 2012 ed è relativa alle spese sostenute negli anni 2014, 2015 e 2016; il credito d’imposta è pari al 30% dei costi agevolabili, riconosciuti fino ad un massimo di 666.667 euro (il credito d’imposta massimo è, quindi, pari a 200.000 euro).

Leggi tutto

IL BONUS RICERCA E SVILUPPO E’ PER TUTTE LE IMPRESE

Il comma 35 dell’art.1 dell’ultima legge di stabilità (L. n.190/2014) ha ridefinito la disciplina del credito d’imposta per attività di ricerca e sviluppo di cui all’art.3 del D.L. n.145/2013.

Leggi tutto

IL BIT COIN, LA CRIPTO-MONETA E LA COSTITUZIONE DI UNA S.R.L.

Negli ultimi tempi la notizia di chi cerca di costituire una S.r.l. conferendo il valore di bit-coin all’interno del capitale sociale, scuote la rete, sempre “impressionabile” di fronte ai nuovi strumenti tecnologici offerti dalla telematica.

Il bit-coin è infatti senza dubbio un bene suscettibile di valutazione economica (art. 810 cod. civ.) che, superato positivamente il vaglio della perizia di stima (art. 2465 cod. civ.), può – al pari dei conferimenti in denaro – rappresentarne il capitale, in quanto di valore almeno pari a quello a esso attribuito in fase di determinazione del capitale sociale.

 

Leggi tutto

Microcredito: ecco la scheda tecnica sugli adempimenti

Quali adempimenti sono necessari per avere accesso al Fondo di garanzia per il microcredito? Il Gestore del Fondo di Garanzia per le Pmi ha pubblicato una scheda tecnica riepilogativa con tutti gli adempimenti da svolgere, in attesa che sia pubblicata la circolare operativa in merito.

La finalità del fondo è quella di favorire la microimprenditorialità nell’accesso alle fonti finanziarie mediante la concessione di una garanzia pubblica per sostenere l’avvio e lo sviluppo delle microimprese e dei professionisti.

La richiesta di prenotazione delle somme necessarie alla copertura finanziaria della garanzia va presentata per via telematica, accedendo all’apposita sezione del sito Internet del Fondo (www.fondidigaranzia.it) dedicata al microcredito, previa registrazione e utilizzo delle credenziali di accesso rilasciate.

 

Leggi tutto

E-bonus per gli esercizi ricettivi

Il ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo detta le regole per la fruizione del bonus fiscale destinato a agli esercizi ricettivi, agenzie di viaggi e tour operato per i servizi web.

Con decreto 12 febbraio 2015 (pubblicato sulla «Gazzetta Ufficiale» 68 del 23 marzo 2015), il dicastero ha infatti tracciato le linee guida del credito d'imposta disciplinato dall'articolo 9 del decreto legge 83/2014, soffermandosi in particolare sulla tipologia e il limite massimo di spesa ammissibile, la procedura di ammissione al beneficio e le modalità di recupero dell'incentivo indebitamente fruito.

 

Leggi tutto

Fondo per il Microcredito: ecco le istruzioni operative

Circa 40 milioni di euro per il Microcredito a favore di quei soggetti che non hanno sufficienti garanzie per ottenere un prestito bancario. A tanto ammonta il fondo messo a disposizione dal Mise, che ogni anno stanzierà un massimo di 30 milioni di euro, a cui si aggiungono i 10 milioni versati dal Movimento 5 Stelle.
Per facilitare la diffusione e l'utilizzo di questo nuovo strumento pensato per le Pmi, la Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro ha pubblicato le prime indicazioni operative.

Leggi tutto

L’aforisma di Oscar Wilde e la deduzione dei costi

Forse aveva ragione Oscar Wilde, quando diceva che "Le buone intenzioni
sono inutili tentativi di interferire con le leggi scientifiche". Però, per
sostenerlo, bisognerebbe prima dimostrare che nel fisco italiano possano
esistere leggi scientifiche e che una di queste sia la legge della
complicazione.

La situazione pratica sembrerebbe dare ragione allo scrittore irlandese: le
buone intenzioni sono chiaramente manifestate in un passaggio della delega fiscale
(segnatamente, l'articolo 12 comma 1 lettera c) della legge 23/14), in cui si
sostiene che l'intervento dei decreti delegati dovrebbe portare semplificazioni
nella deduzione di alcuni costi dal reddito di impresa.

Leggi tutto

La nuova moratoria dei mutui e dei finanziamenti per le PMI

La c.d. Legge di Stabilità 2015 ha previsto (Art. 1, comma 246) una nuova moratoria dei mutui e dei finanziamenti accordati alle famiglie ed alle micro, piccole e medie imprese, come individuate dalla Raccomandazione n. 2003/361/CE della Commissione del 06.05.2005 (nota).
In sostanza, si tratta della possibilità di sospendere il pagamento della quota capitale della rata dei mutui e dei finanziamenti, dal 2015 al 2017, secondo le coordinate di un intesa da raggiungersi, entro fine marzo 2015, tra Ministero dell'Economia, Sviluppo Economico, Associazione Bancaria Italiana (ABI) e Associazioni delle imprese e dei consumatori.
In attesa che si definisse il nuovo quadro normativo, ABI e le Associazioni rappresentative del mondo imprenditoriale hanno prorogato fino al 31.03.2015 il termine di validità dell'Accordo per il Credito 2013, in scadenza al 31.12.2014.

Leggi tutto

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare il sito accetti i termini e le condizioni previste per l'utilizzo dei cookie.

> Leggi di più

You have declined cookies. This decision can be reversed.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.